sabato 20 novembre 2010

It's Minsk, bitch!

Ok, ok. Non forse non è un titolo adatto, ma mi faceva ridere. Tralasciamo il titolo e entriamo nel mood dell'edizione del contest più moribondo del mondo (no, non l'edc. Quello è già defunto), lo Junior Eurovision Song Contest. Junior Eurovision Song Contest che quest'anno sembra una succursale del Barbara Dex, abbiamo guardato le foto e... per carità, certi stilisti/chiunquesioccupideicostumi andrebbero fucilati. Si salvano in tre. Forse.
Lo show inizia alle 20.15, restate sintonizzati!

Primo nostro fail. "guardiamolo sulla tv svedese!" non possiamo, non siamo in Svezia. Dovrei ascoltare Matt, quando mi dice le cose.

La "sigla" è un plagio dell'esc a Oslo. Ci sono delle palle.

Alexey Zhigalkovich e Ksenya Sitnik cantano Hello Eurovision. I due hanno vinto lo jesc nel 2007 e nel 2005, rispettivamente. Alexey Zhihalkovich conitnua a sembrarmi Jorge Lorenzo. E al posto di Alexey ci doveva essere Rybak, ma va beh.

Entrano le star della serata. Per ognuno viene suonata una canzone nota della nazione di provenienza. Riconosciamo solo Ding a dong, Wild Dances e Dancing Queen.
Josefine Ridell entra sul palco DA SOLA. Che tristezza!

Lituania: non mi esprimo sulla cartolina. La presentazione in lituanio era... beh, inutile. Una balllerina ha un colletto improponibile, mi ricorda quello del mio grembiule delle elementari. Che vi devo dire? Questa è la mia preferita di quest'anno, ma Bartas sembra troppo grande e troppo fuori luogo allo jesc. Oh, sì, è uno dei pochi vestiti decentemente.

Moldova: si presenta in romeno, mi sfugge il senso. Mi piace la voce di Stefan, e mi piace anche la canzone. Purtroppo è vestito da capo di un bordello. La sua canzone è rimasta per metà in inglese, perché "i bambini dovrebbero reimparare il testo". Oh Svante! Guarda che la parte in inglese è la traduzione della parte in romeno, non è che sia chissà cosa, eh!

Paesi Bassi: ok, c'è una violinista (o è Anna o è Senna) che a parte fare smorfie e fingere di suonare non fa NULLA. Utilissimo! Siamo morti per le troppe khkhkhkhkh. L'olandese è la lingua peggiore del mondo, non mi stancherò mai di ripeterlo.

Serbia: vi offendete se non commento le cartoline? Posso evitare di commentare la Serbia, anche? Sonja canta benissimo, niente da dire. MA! ha un vestito da matrimonio, con strascico e fuffame. La coreografia consiste in due ballerine che ballano (da qui il nome di ballerine, in fondo) e boh, non hanno senso.

Ucraina: Questa canzone la ricordavo diversa, la ricordavo molto più brutta. Ma non ha importanza, ce ne sono pur sempre altre 12 migliori di questa. Lei indossa dei pantaloni/pantacollant (stiamo decidendo) e ha un tutù. WTF.

Piccola pausa.

Svezia: Josefine è da sola sul palco, vestita da vecchia. Si può dire? Anche lei come Bartas sembra più grande della sua età, e allo jesc non è bello. Ah, la Svezia ha vinto il voto farlocco della Dress Rehearsal, quindi è condannata a non vincere. Sembra un po' nervosa. Ciò è male, ma... HEJA SVERIGE! (sempre e comunque)

Russia: ok, è un contest per bambini, ricordiamocelo. Ma è necessario ricavare una giacca da una fodera da divano? Ed è veramente necessario cantare uno pseudojazz con delle vocine irritanti? No che non lo è. La tenerezza (e l'essere Russia) li salverà dall'ultimo posto.

Lettonia: nella postcard ha delle bandiere lettoni sulla testa. Ah-ehm. Per l'esbizione è vestita con i colori da bandiera lettone, una cosa che non la slancia affatto. La canzone è piena di energia, è quello che serviva dopo l'inutile Russia.

Belgio: Sono vestite molto poco da jesc, diciamocelo e i ballerini si sono chiaramente ispirati a Tom Dice per vestirsi. Questa canzone live è molto molto meglio che in studio.

Armenia: sul palco c'è un libro pop-up. Quando parliamo di esibizioni l'Armenia sa essere molto sobria (vedi nocciolo di albicocca per l'esc). Matt sostiene che il bimbo tra qualche anno diventerà un pappone, io vorrei spiegare al ragazzino che dire a una pianista che le sue melodie fanno schifo non è il modo migliore per conquistarla.

Pausa con Ksenya Sitnik che parla dell'Unicef e dice di votare stasera (tutto il ricavato del televoto va all'unicef).

Malta: trovo ripugnanti i vestiti (ehi, hanno troppo rosa!) ma adoro la canzone. Una vittoria maltese mi piacerebbe. Bum bum il-bieb!

Bielorussia: toh, i padroni di casa con la loro canzone allegramente ispirata da Beethoven. Ma Svante ha detto che è ok, l'importante è che la parte di musica classica non rappresenti una grossa parte della canzone. Ah beh. Io direi che la canzone mi piace, ma Matt mi ucciderebbe. Comunque la giacca del bimbo è orrenda.

Georgia: Baby Gaga (ormai la chiamano tutti così)! Ha più voci registrate che live XD ma noi la amiamo lo stesso. Non se la cava benissimo con il seguire la telecamera. Ops.

Macedonia: possiamo deciderci sul titolo della canzone? E' Eooo eooo o Magicna pesna (eo, eo)? Lei sembra vestita da zingara, i due maschi sembrano vestiti da pirla bicolori. E mi interrogo sull'utilità del chitarrista.

Sono finite le canzoni! Primo recap (il televoto è aperto dall'inizio, ricordo).

Arriva Rybak che canta Europe's skies, con la seconda strofa in russo. Qua ipotizziamo scenari apocalittici, tipo Rybak che impazzisce e spacca il violino in testa a Denis Kurian (l'host).

Fine del televoto.

Primo interval act. Ci sono dei bimbi vestiti di stagnola (che poi verranno presumibilmente passati in forno e mangiati) che giocano con delle palle luminose. Una bimba è in equilibrio su una palla, aspettiamo che perda l'equilibrio e cada.
...
No, niente. Non è caduta, è finito l'interval act.

Secondo interval act. Quel gran figo di koldun. Ha il naso a punta. Molto a punta. non l'avevo mai notato, ma se si fa crescere i capelli può spacciarsi per Severus Piton. Per la seconda strofa arrivano sul palco i partecipanti dello jesc. Bartas sembra veramente fuori luogo in mezzo a tutti quei nanerottoli, e lui e Stefan Roscovan sventolano la bandiera dell'unicef.

Tocca ai vecchi vincitori. il primo è Dino Jelusic, vincitore per la Croazia nel 2003 con Ti si moja prva ljubavi.
Arriva poi Maria Isabel con Antes muerta que sencilla, Spagna 2004. Canta in playback. Credibilissima con la voce di 6 anni fa, eh!
Arriva Ksenya Sitnik, Bielorussia 2005 con my vmeste.
Tocca alle gemelle Tolmachevy, Russia 2006 con Vesenniy jazz.
Alexey Zhihalgovich, Bielorussia 2007, S druzyami
Bzikebi, Georgia 2008, Bzz...
E infine l'inutile Ralf Mackenbach con l'inutile Click clack, vincitore l'anno scorso per i Paesi Bassi.

Svante dà i 12 punti a tutti perché li meritano. E se li dessimo a tutti senza farla tanto lunga? Facciamo ciao ciao a Svante, è l'ultima volta che lo vedremo all'esc.

momento calling!
Inizia la Lituania, che dà 10 punti alla russia e vorrei invaderli. Danno i 12 alla Georgia, quindi potrei risparmiarli.
Continua la moldavia che potrebbe anche parlare di meno. L'irritante bimba dà i 12 alla Serbia. Whatever.
Calling olandese. Il bimbo non è molto vispo, ma è meglio della bimba moldava. Danno i 12 al Belgio. 'sti stronzi blockvotano quando non devono.
Serbia calling. I loro 12 vanno alla Macedonia. Ma toh XD
L'Ucraina dà i 12 all'Armenia.
Il fratello di Josefine legge i voti svedesi. Cresci bene che ripassiamo. Abbiamo dato 10 punti alla Russia? MA DAVVERO? °_° i nostri 12 sono andati all'Armenia.
Calling russo. 12 all'Armenia.
Calling lettone. Pedobear [cit.] dà i 12 alla Bielorussia
Laura Omloop legge i voti del Belgio. Ringraziamo per gli 8 alla Svezia. Danno i 12 all'Armenia.

Patetiche incursioni in green room.

Torniamo ai calling.
Ecco Yerevan. Solo 8 alla Georgia, maledetti. 10 alla Bielorussia e 12 alla Russia. Che calling futile.
Vediamo cosa combina Malta. Va beh. 12 alla Russia. Non commento o potrei dire parolacce.
Calling bielorusso. 12 alla Russia, ma toh ma che strano.
Georgia calling. 7 punti alla Russia. Malemalemale.
Andiamo in Macedonia, nazione che ha tolto la vittoria all'Armenia nel 2007 a causa di un calling scellerato. Ma si fa perdonare dando i 10 all'Armenia, consentendo il sorpasso sulla Russia per un punto. I loro 12 vanno alla Serbia, ma who cares?

L'Armenia ha vinto l'edizione 2010 dello jesc. Al secondo posto -staccata di un punto- la russia. Terza la Serbia, quarta la Georgia. L'ovest ha fatto un disastro. Va beh!

Congratulazioni Armenia! E qui finisce la mia cronaca XD

1 commenti:

Marco ha detto...

Ma il presentatore è un figo della Madonna o è solo impressione?