domenica 26 dicembre 2010

Santo Stefano Primo Martire - Santi 12p4Se Primi Martini dell'ESC.

Siccome le tradizioni sono le tradizioni anche a casa nostra...
...eccovi la top10 dell'Eurovision Song Contest 2010! Sempre come disclaimer ricordiamo che questa top10 nasce dal fatto che le canzoni live hanno vita propria, sono più fighe e blablabla e cambiamo idea come le donne cambiano vestiti (cit. indovinate di chi e vincete un nulla d'oro!).
In più, al solito, abbiamo fatto delle serate lunghissime di guerra per darvi questa top10, per favore, apprezzateci un minimo!
(Ah, ok, è totalmente random, non vi preoccupate)

10. Kuunkuiskaajat - Työlki Ellää - Finland

A parte che credo di aver sbagliato a scrivere nome e titolo, ma mi piaceva lasciare tutte quelle dieresi a caso. Questa canzone simboleggia il nostro essere sagradellaporchettari. Oppure quanto ci diverte guardare TeleLombardia quando fanno i Girasoli in concerto. Però diciamo che le ragazze hanno un qualcosa di più professionale di quei personaggi vestiti di giallo e fuffa.

9. Vukasin Brajic - Thunder & Lightning - Bosnia & Herzegovina

Questa è grazie a Lirin, come al solito. No, in realtà è apprezzabile, anche se dobbiamo dire che ci sono state tante cose che avremmo cambiato del live, tra cui la giacca, e che ci sono stati moltissimi dubbi dell'esistenza di questa canzone in inglese. Ovvero: mandarla in bosniaco sarebbe stato più figo, lo sappiamo tutti.

8. Eva Rivas - Apricot Stone - Armenia

Anche se la presentazione era DAVVERO trash. (Tanto che l'ho dimenticata. Ricordo solo che ad un certo punto spunta della roba dal nocciolo gigante e trovo sia terribile) Eva è brava, la canzone è piacevole, abbiamo letto tanti libri sul genocidio armeno (più Lirin che io) e boh!

7. Feminnem - Lako je sve - Croatia

Sappiate tutti quanti che un giorno vedrete un video di me che canta questa cosa struggendomi quanto loro. Se posso ardire a dirlo, è stata una bellissima canzone che le persone hanno sottovalutato (compresa Lirin che me l'ha fatta sprofondare al 7° posto)

6. Tom Dice - Me & My guitar - Belgium

Sono anche andato al concerto, ci ha convinto abbastanza, ci ha fatto fallire la nostra missione (ovvero "ci sono delle cose certe nella vita: il Belgio che non si qualifica e non ci piaceranno mai canzoni con chitarre e basta") e quindi si merita di meno. Ma è bravo, carino e dal vivo è tanto spallato che con un braccio quasi mi ribaltava. E sarà un metro e novanta. E l'ho toccato tiè.

5. Marcin Mrozinski - Legenda - Poland

"Caspita questa nazione di merda che porta sempre fuffa". 14 Febbraio, finale nazionale. "Che schifo tutte queste canzoni, tanto è ovvio che vincerà Mrozinski perché è il favorito dall'ogae e dai fan!". Verso Maggio "però la canzone è carina (escluso pezzo urlato iniziale)". Maggio, Semifinale. "Che figata, poi lui strangola le tizie con le mele!". (Ok, facciamo ancora battute sulle mele e sul fatto che al principe piuma di pavone - leggete il testo della canzone - la principessa non l'ha data perché lesba.

4. Jon Lilygreen & The Islanders - Life looks better in spring - Cyprus

Questa è grazie a Lirin che l'ha amata. Io l'ho trovato un ubriacone che cantava sul palco.

3. Kristina Pelakova - Horehronie - Slovakia

Povera Slovakia. Nessuno ci crede, poi fanno una canzone carina (la rovinano con una presentazione trash, ma va beh, è l'ESC siamo preparati al peggio) e bum. Me li lasciate in semifinale. Maledetti!

2. Milan Stankovic - Ovo je balkan - Serbia

Balkan! Balkan! Balkan! Ovo je balkan! Ma quanto siamo fallimentari? Ovvero. Quando abbiamo saputo che Bregovic avrebbe scritto per la Serbia ci eravamo già preparati al peggio. Poi è uscito questo coso eterosessualissimo e beh. Maledetto lui, maledetto Bregovic.

1. Harel Skaat - Milim - Israel

Dobbiamo anche commentare? Ok, dal vivo ha fatto un po' schifo, ma lui è... beh. Auguri, insomma.
Categories:

0 commenti: