sabato 29 gennaio 2011

Ah, la Spagna...

Ieri la Spagna ha iniziato le semifinali. O quarti di finale. Insomma, quello che erano. Devo ammettere che c'è stato un netto miglioramento dal lato della durata, infatti a mezzanotte avevano finito; ciò non toglie che potrebbero anche evitare di iniziare alle 22,15.
Vi spiego brevemente come funziona la cosa, spiegazione che sarà valida anche per venerdì prossimo.
Per prima cosa sappiate che ci sono dodici artisti, alcuni conosciuti -beh, circa- e altri per niente (e stavo molto meglio prima di conoscerli). Poi ci sono anche dei giudici, che stanno lì per dire "emozionante" e "bella voce" a chiunque, fosse anche l'esibizione di un gatto con la coda pestata eliminare un cantante ogni tre esibizione. Oh, sì. I cantanti sono divisi in... boh, gruppi? di tre, e alla fine di ogni gruppo di tre uno viene eliminato. I rimanenti vanno alla fase del televoto, e i tre più votati passano in... semifinale, credo. Oltre ai tre del televoto ne passano altri due, scelti dalla giuria.
La giuria. Sigh sob. Sarebbe stato un buon programma se non fosse per questi individui (e per Daniel Diges in backstage, in effetti) che esprimono opinioni, dicendo a tutti che sono stati bravi e blablabla. Io ci ho visto della gente assolutamente inquietante, più che fare complimenti avrei ordinato a certi elementi di andare a zappare la terra. E c'era un giurato -Boris Izaguirre- che esprimeva la propria opinione su CHIUNQUE (e quindi visto che stava sempre in mezzo ai piedi l'ho ribattezzato Intraminculu).
La giuria ha perso tutta la propria credibilità quando ha salvato questo individuo. Insomma. E AVETE SALVATO LUI IGNORANDO BALTANAS? MA OUH!

Guardate anche l'esibizione degli Auryn, porta a domande tipo "ma perché quello al centro viene escluso dal gioco degli sguardi?". Ah, credo riconoscerete Dani Fernandez, partecipante nel 2006 allo JESC con la canzone Te doy mi voz.
Categories:

0 commenti: