venerdì 18 febbraio 2011

12p4Se Night Out!


Ieri sera, i vostri preferiti sono stati in trasferta! Ok, la metà che era già andata sul lago Maggiore a sentire Tom Dice. Comunque! Siamo stati (Lirin c'era via cellulare) a... Bologna!
E vi chiederete: ma cosa ci va a fare Matt a Bologna? La risposta potrebbe essere "si iscrive al dams, si fa la cresta e diventa punkabbestia", ma sarebbe incorretta.
Ovviamente ero a sentire il Private Show Case di Senit, al Pizzas!

Partiamo dal fatto che ci interrogavamo su cosa sarebbe successo durante la serata e cosa avrebbe cantato (un lounge jazz bar? Una serie di ballad? Schlager? Papa Pingouin? Il canto gregoriano dei morti?), Senit è - ok, è una frase banale da dire, ma è correttissima in questo caso - PURA ENERGIA.
Ha cantato e si è divertita per un'ora e mezza in un contesto intimo (dopotutto erano presenti i parenti, gli amici e alcuni suoi fan più vicini - e ci piace l'idea di cantare e fare un piccolo show case perché è una bella cosa da fare, senza problemi e divertendosi), ma del tutto rock (e a volte un po' retrò): sì, rock, così tanto che stavo per saltarle addosso sbatacchiando la testa e urlando ROCK'N'ROOOOOOLLL, ma ho ben pensato di evitare (ovvero: far infartare la rappresentante di San Marino ci porterebbe tante visite sul blog e una piccola visita speciale delle forze dell'ordine).
Lei molto brava col pubblico. È una cosa difficile da spiegare, ma in un ambiente piccolo, senza la perfetta acustica, si è capito che Senit è un'artista che vale (quindi speriamo che la canzone la valorizzi - ieri sera non abbiamo scoperto nulla sulla canzone, purtroppo).
Ottima interazione con la band (i cui componenti mi hanno quasi ucciso per la mia ignoranza musicale appena si esce dall'ESC) e una carica che le invidio (ripeto, un'ora e mezza a saltare, cantare e ballare divertendosi. Io ad un certo punto ho iniziato ad aggirarmi tipo zombie. Ho circa ottant'anni, suvvia!)
Tra i pezzi forti della serata "I will survive", il """mash up""" di "Single Ladies" e "kiss", "Sarà perché ti amo" (no, non sono impazzito. Prendete la canzone, eliminate i Ricchi e Poveri con le loro facce sorridenti da buonismo anni novanta, metteteci una pazza scatenata che la movimenta in chiave rock e avete il risultato), "Material Girl", "My sharona" e "Waterloo" (immaginatevi che qui quasi sventolavo la bandiera svedese. Poi mi sono detto "Mantieni un profilo basso" e non mi sono ascoltato e ho iniziato a ballare).
(Ah e la sua autoironia? Ad un certo punto si è messa a cantare, con suo fratello e sua sorella, "Vorrei la pelle nera"!)
Abbiamo scambiato qualche parola con lei (che è una persona davvero gentile, calorosa e solare - sì, finalmente ho trovato una persona che rappresenta bene l'immagine di persona solare. E dimenticavo PAZZA.), ma nulla di ché, cercheremo poi di intervistarla per bene e ormai ci conosce e quindi è avvisata! Ovviamente siccome siamo dei detective e giornalisti di un certo calibro (mh, sì, proprio), abbiamo cercato di scovare info sulla canzone. Eeeeeeee in esclusivaaaaaaa non ne abbiamo! E non sappiamo nemmeno se sarà rock come la serata di ieri, perché lei ci ha confidato di essere interessata a molti stili musicali differenti. E quindi niente supposizioni, uff.
Ah sì, una cosa possiamo dirla. La canzone non sarà Metal. E per questo la apprezziamo di più.
Ok, in chiusura le considerazioni per farvi ridere. Sono riuscito a farmi notare. Come mio solito. Ricordate il concerto di Tom Dice con i cartelloni? A questo turno ho solo ballato un po' perdendo completamente la dignità su "I will survive". (E anche su "Waterloo", ma mi pare ovvio).
Ho fatto delle foto della serata, ma sono della stessa qualità di un'ecografia del 1923, quindi ve le risparmio.

Ed è ora che iniziamo la campagna di San Marino (insomma, a questo turno abbiamo pure parlato con l'artista, l'altra volta abbiamo scritto una lettera aperta - ma nessuno ci ha letto, immagino) e approviamo Senit, aspettiamo la canzone (ecco. Vediamo di non deluderci, eh) e vi consigliamo di seguirla sulla sua pagina Facebook!

Ringraziamenti: volevo ringraziare Senit e lo staff che sono stati davvero gentili durante l'intera serata, speriamo di rivederci presto!
Aggiunta di servizio, pre-aggiunta trash: il post è disponibile (un po' modificato) in inglese, visto che abbiamo avuto il piacere di ascoltarla e vogliamo fare sapere a tutti quanto è figa.
Aggiunta Trash. Ho preso per la prima volta in vita mia l'Eurostar AltaVelocità. Partiamo dal fatto che ho fatto Bologna - Milano con le stesse tempistiche di Casa mia - Milano. Solo che Bologna - Milano è sette volte la distanza da casa mia. A parte il simil jet lag provato in metropolitana (ma credo fosse coma da poco sonno), nell'ora di viaggio ho trovato molto interessante le informazioni date a bordo treno. A parte festeggiare q uando la velocità è arrivata a 301Km/h (...per tipo 2 minuti e mezzo, poi è tornata a 299 e poi è scesa) - ve l'avevo detto che era l'aggiunta trash, ma non è tutto - sullo schermino ogni mezzo minuto parte questa cosa in loop dove le FS presentano i treni AV in Inglese (incorretto ovviamente) e le scene sono "controllora che sorride alla vecchina che le chiede informazioni e si gira con posa da porno attrice pre coito" e "Capotreno donna - le FS hanno capito come si fa nel marketing però - dietro ad un banchetto informazioni in Milano Centrale - banchetto che non esiste - che sorride e risponde ai passeggeri". Ho deciso che divento controllore Trenitalia.
Categories:

0 commenti: