mercoledì 2 marzo 2011

Ellaaaaaadha hora tou fotos!


Capiamoci. Potrei passare la serata urlando questa canzone. È finalmente la mia selezione! (Ovvero: Slovenia - Grecia sono mia roba, Malta e altre random di Erika sue personali). Intanto vi faccio sapere che stasera ci sarà un messaggio personale di Senit che saluterà il pubblico a casa e altre cose... boh! Sono solo sei canzoni, tre di queste sono al 100% scritte da greci, uno ai 2/3 da greci e 1/3 maltesi e due interamente svedesi. Fortunatamente a questo turno Eurovision.tv non ha sbagliato il canale televisivo e ora della gente sta suonando delle percussioni. Potrebbero benissimo essere gli amici di Alkaios invecchiati in pochi secondi. Vignetta Eurovision col logo greco eeeeee si parte! Insomma, la tizia si rivolge agli Eurofans che stanno seguendo il programma, che sembrano usciti dal pride. Saluta la greenroom, saluta l'Africa e il Canada (?). Mi mancano le vecchie serate greche all'Athinon Arena.
Parlavano del fatto che il motto quest'anno è Feel your heart beat (*qualcosa* TIS KARDIA SOU) e ora tizio che suonava prima sta suonando un Boccione della Culligan (una mia collega lo chiamava Goccione, adesso mando una mail a qualcuno per ricordare il particolare) e ognuno canta un pezzo della propria canzone su sta roba.
Nel mentre sto orgasmando sul greco perché è una lingua bellissima. Riesco a capire cose a caso (tipo "5 anni" nomi di concorrenti e cose del genere.) quindi amatemi.
Per un fattore fonetico, Eurofans si scrive Giourofans. Erika fa battute sul fatto che competizione si dica Diagonismò e vari declinati ti riportano a Agonìa. E quindi dice che è un'agonìa sta cosa. Pare che la Green room sia ispirata al Festival del Cinema di Hollywood (traduco letteralmente da quello che ha detto) e a me sembra in realtà la green room di Mosca 2009.
Allora. Pare che sto tizio abbia scritto la canzone durante la Crisi Economica e i paesi europei che sono vicini al tracollo sono Portogallìa, Italìa, Ellàdha kai Ispanìa. Magari poi ha fatto un aggiornamento sulla crisi e non intendeva quello, ma lui ha cantato con un tizio con una testa da maiale sul palco, per tre minuti, in falsetto e lei si è palesata sul palco dicendo BRAVO. Con scazzo. Eh.
Sono apparsi Gualazzi (sia maledetto), Paradise Oskar, Senit (che ha detto in greco qualcosa, brava però), Blue e poi, sorpresissima... ANASTASIOS MIO MARITO! Ovvero Sakis Rouvas. Va beh. Ora pubblicità.
1) Kokkina Halia - Come With Me
A parte avere capito in ritardo che Kokkina Halia era il nome del gruppo. La canzone è rock e il cantante e il batterista sono molto sexy. Sempre detto che in Grecia hanno buona roba. MPRAVO! (che si pronuncia Bravo).
2) Valanto Trifonos - The Time is Now
Seconda canzone! Valanto (che si pronuncia Valàndo) ha una delle due canzoni svedesi. L'intro sembrava "Viva la Dance" della Lettoni allo JESC. Poi è diventata My heart will go on e poi Don't wanna miss a thing degli Aerosmith. Insomma, bella, ma anche no, Grecia.
3) Trimitonio - Hamogela
Il cantante sembra il cantante dei Velvet. La canzone mi ricorda qualcosa. E ORA HO RICORDATO COSA! È una versione assolutamente tamarra di Comprami di Viola Valentino. Va beh, non male, ma insomma, ora non li guarderò più con gli stessi occhi di prima
4) Antigoni Psihrami - It's All Greek To Me!
Antigone qui ha la canzone che per un terzo è maltese (ed è di Gerard James Borg, certificato di garanzia). In ogni caso, si basa sul fatto che "It's all Greek to me!" sia la versione inglese del "mi pare turco/ostrogoto" quando si sta parlando di qualcosa di cui non si capisce. Son vestite da maiale porche sado, la canzone è assolutamente tamarra e secondo voi non potevo non amarla?
5) Loukas Giorkas - Watch my Dance
A parte che l'inizio col rappettone (Stereo Mike) che sbaglia qualcosa - non sono riuscito a capire bene, ma ha abbandonato il microfono per qualche secondo - non è che mi venga da apprezzarlo. Loukas è sexy ma credo sia un rebetista (credo si dica così) ovvero quelli che cantano un certo tipo di musica che io ho visto in concerto ad Atene con Anna Vissi. Insomma, è un Modern Laika Tamarro Rebe Ma Evitiamo Per Favore.
6) Nikki Ponte - I Don't Wanna Dance
Seconda canzone Svedese, ultima canzone della serata (Cosa faranno nei prossimi 50 minuti? Boh). Pare lei sia Canadese. Ok, lei sta cantando I DON'T WANNA DANCE ALONE con i backing vestiti come le Love Generation e la canzone è molto simile. È da amare solo per questo.
Aprono i 20 minuti di televoto. Impariamo il greco con Matt. 54 555 (numero di televoto) viene letto cinquataquattro cinque cinque cinque. Che diventa Penìda-tessera pende pende pende. Detto ciò, fanno rivedere le canzoni (non capisco il senso, ma lo snabb repris è al contrario e quindi partono dalla Ponte e arrivano ai Kokkina Halìa). Su, però, muoviamoci, io devo andare a lezione domani mattina.
Ha appena cantato Christos Mylordos (con la s? con la u finale? senza finale? Boh. Cognomi Ciprioti, non li capisco) da Cipro e adesso canta Glen Vella, da Malta. Canta anche Polly Genova dalla Bulgaria. Adesso ditemi come devo parlare di lei perché prima è Polly poi diventa Poli. Comunque la canzone fuori dalla selezione bulgara dove non si capiva assolutamente niente e l'audio era terribile sembra molto più bella.
Che tragedia questi interval act. Un tizio si sta schiaffeggiando random cantando vecchi partecipanti greci all'ESC. Non capisco perché ma su Shake di Anastasios, mio marito, ha tirato su una banana/maracas. Adesso lo uccido, vi giuro.

Praticamente. Ha appena vinto (credo, ma sì) Loukas Giorkas e Stereo Mike con "Watch my dance". Evviva la Grecia e le scelte burde!

Categories:

0 commenti: