martedì 5 aprile 2011

Le canzoni di Düsseldorf 2011! - 1/14



Abbiamo deciso di presentare le canzoni quest’anno (ok, HO deciso, Erika purtroppo viene maltrattata e non presa in considerazione in queste cose. Anche perché le sto scrivendo io quindi...) in una maniera differente! No, non è vero, in realtà scriveremo cose a caso e saremo poco seri, visto che amate questo stile!


Insomma. La scelta polacca è uscita il 14 febbraio (loro pare facciano sempre la finale nazionale a San Valentino. È uno stato triste, quindi devono rovinare anche una festa del genere dove dovrebbe essere tutto sole cuore e amore) dalla solita selezione dal nome impronunciabile! Risultato: non l’ho vista perché stavo male, Erika l’ha seguita e c’era un mega cuore come mascotte che nemmeno i programmi RAI del 1992. Risultato: la Polonia ha deciso di uccidere il teorema di Erika per cui NON esistono Uptempo brutte.



Hanno revampato la canzone. Ammetto che non era la mia scelta dell’intera selezione (però è divertente seguire la Norvegia: ti viene proprio voglia di prenderli per il culo perché gli svedesi hanno coreografi, registi e scenografi bravi. Loro hanno solo i fotografi fighi per il sito web, per il resto hanno anche un metodo di selezione che fa acqua - v. che sono tre semifinali da 7 canzoni e poi il Siste Sjansen ha 2 canzoni da ogni semifinale + 2 canzoni scelte ogni anno sempre in modo più random) poiché amavo abbastanza tanto l’inquietantissima Helene Bøksle (se l’avessero sistemata e le avessero insegnato che non deve sgranare troppo gli occhi ce l’avrebbero fatta benissimo), ma diciamo che Haba Haba è piacevole.



La scelta albanese è stata fatta la sera di Natale, tra atroci sofferenze di Erika, un nuovo scoreboard evoluto (che in pratica non era più excel proiettato, ma una cosa che si autoaggiornava) e la scelta sanremese dell’anno. Cioè. A me dà questo senso: una versione venuta bene di un’albanese che canta a Sanremo (come tutti sappiamo a Sanremo ne sono passati milioni di albanesi a inizio 2000 e mi chiedo ancora quale fosse la strategia di marketing. Forse attirare più audience dall’estero che in Italia). All’inizi era in albanese e si intitolava Kënga ime e ora sembra uno slogan ESC. Però lei è simpatica e fa abbastanza divertire nelle interviste!
Categories: , ,

0 commenti: