mercoledì 13 maggio 2015

Moahr rehearsals viennesi

Pensavate ci fossimo dimenticati delle prove di ieri? In effetti nì, io pensavo le facesse l'altro E INVECE. No, scusate, ho appena visto Vaidas (il lituano) in sala stampa e ha le scarpe come le mie. Potrebbe essere un argomento di conversazione, pensiamoci.
Dicevo. Prove di ieri.

Serbia: Bojana Stamenov - Beauty never lies oh, Bojana. Perché. Diciamo che lo stilista andrebbe licenziato e mandato a sminare zone di guerra. Lei è vestita di grigio, un vestito che la fa sembrare enorme. Cioè, è enorme, quindi non raddoppiamone la massa. Vocalmente è forte, però vi giuro sono rimasta troppo colpita negativamente dal vestito per riuscire a ricordarmi altro.

Ungheria: Boggie - Wars for nothing esibizione d'atmosfera, con Boggie veramente molto brava. Alla fine dell'esibizione appare nel backdrop un albero fatto d'armi. Fosse stata un'altra nazione probabilmente quell'albero sarebbe stato vero, brr.

Bielorussia: Uzari&Maimuna - Time Io amo la canzone, sappiatelo. E Uzari con la luce giusta è due botte. Però le grafiche non c'entrano granché.

Russia: Polina Gagarina - A million voices l'esibizione è perfetta. Ottima voce, ottimo staging, ottimo tutto. L'atmosfera verrà rovinata dai buuuuh sotto al palco, temo.

Danimarca: Anti Social Media - The way you are hanno quella tipica faccia di persona che prenderesti a pugni, proprio un'aria da gente che snobba chiunque e sospetto la gente li apprezzi. Sul palco beh, fanno quello che fanno tutte le band. Stanno lì.

Albania: Elhaida Dani applausi, Albania. La canzone è veramente bella, Elhaida sa tenere il palco, il tutto è curato ed è esattamente quello che amo in una nazione.

Romania: Voltaj - De La Capat/ All Over Again la canzone è meravigliosa e c'è gente che si commuove ad ascoltarla, però lo staging è... piatto. Non c'è più la scena iniziale della nf romena (quella con l'orsacchiotto che viene messo a letto), ci sono invece delle valige; una valigia aperta è uno schermo dove viene proiettato il video dellsa canzone.


Georgia: Nina Sublatti - Warrior mesi fa era tipo quella che tutti amavano, ma credo l'hype sia morto, non so perché. Comunque non ho critiche particolari da fare. Ok, non ricordo l'esibizione, quindi è interpretabile anche con un "non c'è niente che non vada".
Categories:

0 commenti: