venerdì 19 febbraio 2016

Bosnia & Herzegovina 2016: Dalal & Deen feat Ana Rucner & Jala - Ljubav je

E dopo tre anni di assenza eccoli qua! Ci sono mancati, quando abbiamo sentito la news del loro ritorno abbiamo pianto di gioia.
Durante lo show si sono detti tutti convintissimi di poter vincere, c'è anche il piccolo fatto che il broadcaster bosniaco è con le pezze al culo da oltre un decennio e quindi magari fossi in loro non ci spererei, ma insomma. Quando dico pezze al culo intendo che non possono nemmeno pagarsi la partecipazione, che è coperta da Tempo Production Studio (con a capo Almir Ajanović) e da vari sponsor tra i quali APU Network (organizzazione svedese di businness bosniaco fondata dalla diaspora), Lutrija BiH (lotteria statale) e l'associazione di performers e musicisti, ecceteraeccetera.

La selezione di cantanti e canzone è stata interna (ovviamente, senza soldi...) e la presentazione era oggi. Lo show è iniziato alle 20.15 ed è finito alle 21.45. Praticamente hanno intervistato chiunque. E c'erano anche ospiti! Una boyband bosniaca chiamata Seven Up, Maya Sar (Bosnia 2012), Nina Badrić (Croazia 2012), Marija Šerifović (Serbia 2007); tutte hanno cantato la loro canzone dell'esc e tutte in playback. Va detto che la presentazione era al Vijećnica/Sarajevo City Hall, quei corridoi e quei saloni non urlano esattamente "ehi, ho un'acustica meravigliosa per i live!". Sì, ok, nemmeno le nf bulgare urlano ciò, eppure... Moving on.

La croata Ana Rucner (la violoncellista) ha suonato la strumentale al violoncello; non capendo il bosniaco pensavo fosse una dimostrazione delle sue abilità da musicista. VA BEH.

La canzone si intitola Ljubav je (l'amore è) e gli autori sono Almir Ajanović, Jasmin Fazlić Jala; esiste anche una versione in inglese in quanto non sapevano bene se presentarla in bosniaco o in inglese, ma alla fine è stato scelto il bosniaco.

(e comunque preparatevi, all'improvviso c'è una parte rap totalmente random, che però allo stesso tempo in qualche modo ci sta bene).


Categories:

0 commenti: