sabato 7 maggio 2016

Day 6: riassunti

Lasciatemi dire una cosa: raggiungere gamla stan (ok, la stazione) non è così facile come Magnus Carlsson fa credere. Servivano 14 minuti per raggiungerla, io ce ne ho messo 40. Nessun senso di orientamento, nessuna division...no, wait.
Inoltre all'euroclub si sono persi la mia felpa, ho perso uno shitload di tempo. Tra l'altro si chiedevano se la borsa di Michael Kors sotto la mia felpa fosse mia. A occhio una che ha una felpa per bambini di h&m non compra quel genere di borse.

Ah well. Eravamo al party nordico e praticamente ci siamo persi il meglio. Tipo l'Estonia. E l'Islanda.

Ma passiamo a oggi.
Mi sono persa la Germania e molta Italia, ma da quello che ho visto è... beh, uno staging VERO. Sono un attimo emozionata perché si vede che dietro c'è del lavoro. Comunque il tutto ha un'aria molto primaverile, molto risveglio della natura. E a quanto pare nel run che mi sono persa c'era un pappagallo e ora Matt sta campagnando per riaverlo sul palco.

I britannici sanno cantare accettabilmente! Lo staging consiste di luci (giustamentte) e selfies dei fan proiettati sugli schermi.


Justs ha ancora una giacca nera e ha tolto il rosso dalle luci dell'esibizione, non so cosa pensare, sono abituata a vederlo con del rosso.

Ma ci pensa il polacco Michal Szpak a portare del rosso sul palco! Con la sua giacca. Di buono c'è che almeno ora ha le braccia coperte.

Oooh, Rykka si è piastrata i capelli! Sono ancora blu fuffa. E comunque continuo a credere che nessuno voterà per questa canzone, è tutto poco memorabile. E alla fine sono scappata verso la conferenza stampa della Lettonia.

Ovviamente mi son persa la prima di Israele, ma la seconda è uguale a quanto visto qualche giorno fa, quindi niente di nuovo.

La Bielorussia si apre sempre con l'ologramma di Ivan nudo e del lupo, ci sono anche altri ologrammi e non mi pare sia cambiato molto.

Ho perso l'inizio delle prove serbe perché ero in bagno, però ho notato che in cima alle scale hanno messo il cartello che avverte di fare attenzione ai gradini. BEH, BUONGIORNO, STIAMO RISCHIANDO LA VITA DA UNA SETTIMANA, CON CALMA, EH!
Comunque la Serbia non ha cambiato niente della coreografia, ma il ballerino ha cambiato maglia e ora indossa una di quelle cose semitrasparenti che andrebbero bannate in tutti i luoghi e anche in tutti i laghi.

La giacca di Nicky Byrne è una scelta pessima, è una di quelle cose che un ultraquarantenne mette per fingere di essere giovane. Fallendo. Lui non ha una voce potente, ha però degli ottimi backing che gli salvano il culo.

Il vestito di Kaliopi non è una scelta che farei, per il resto niente da dire sulla Macedonia.

Possiamo denunciare chi ha acconciato i capelli di Donny Montell? Sono crimini contro il cuoio capelluto, eh. Va beh, hanno rifatto l'inizio 3 volte perché c'erano dei problemi tecnici, poi Donny si è quasi ribaltato atterrando dopo il salto. Al secondo run non è morto saltando, però ha cambiato giacca e tra le due opzioni... Ha cambiato di nuovo giacca, ora è bianca e io terrei questa. Quindi indovinate quale bruceranno appena finita la prova?


L'Australia è uguale, sia come staging (lei seduta su un parallelepipedo) che come vestito (una roba luccicantissima) e la quantità di glitter probabilmente basterebbe a ricoprire un microstato. A un certo punto per scendere dal cubo intervengono due tizi ed è visivamente BRUTTISSIMO.
Qui sono corsa alla conferenza stampa di Donny Montell, che era da solo. Nemmeno io mi farei vedere in giro con un tizio dalla capigliatura simile, ma insomma. Praticamente le uniche conferenze stampa che ho visto sono quelle dei baltici. ok, anche di Poli Genova, quindi ha un po' rovinato tutto il resto della frase.

Ho chiaramente ignorato la Slovenia, sorry. Al terzo round presterò attenzione. C'è un tizio che rotea appeso su un coso, non capisco il concetto ma tizio non indossa la maglietta, quindi non mi lamento. Il tizio smette di roteare e BAM, PYROS. Lovely. Probabilmente oltre che lovely è anche chanceless, ma un po' di ottimismo non guasta.

La Bulgaria era quella che mi incuriosiva di più, visto che avevo perso i primi rehearsal. Poli è vestita con un costume color carne, con sopra una giacca di pelle e dei cosi con dei led che più avanti nell'esibizione si illuminano. Alla fine della canzone i coristi escono dall'ombra e si uniscono a lei.

Mi si è incastrato il computer, ho passato un sacco di tempo cercando di sbloccarlo. Linux è un attimo difficile da gestire, se non avete di idea di come fare. Ce l'ho fatta ma non ho badato alla Danimarca. non che sia una cosa che attira l'attenzione. non è una brutta canzone, è solo... lì.

L'Ucraina è assolutamente da brividi, meravigliosa.

La Norvegia è presente e mi stupisco ogni volta. Non so se a questo giro avranno una conferenza stampa. Non mi pare sia cambiato molto dalle prime prove.

Avevo dimenticato che la Georgia provava oggi. Sempre gli effetti con gli specchi e sapiente uso della camera. Perché loro non bastavano, facciamo sembrare che siano IL DOPPIO O IL TRIPLO. E boh, è inutile, mi infastidisce e quindi si qualificheranno. Yup, sto cercando di portare sfiga.

L'Albania è un po' anonima. È più roba da sottofondo che da roba che attira l'attenzione.

Fatto una mezza maratona per andare in arena a guardare il Belgio (non chiedete) e boh, è irritante. Una tripletta finale che levati, proprio. Però è più memorabile rispetto all'Albania, quindi boh.

E questo conclude la cronaca della giornata.
Categories: ,

0 commenti: