domenica 20 novembre 2016

Junior Eurovision Song Contest 2016 - il live

Benvenuti all'avvincente liveblog dello jesc. Loro sono in diretta da Malta, io dal mio soggiorno che pondero se sia il caso di accendere magari la tv e cercare rai gulp che non ho idea di dove sia. Oh sì, vista l'ora lo guardo in tv, non ho mai guardato roba col commento italiano quindi c'è del potenziale per farmi urlare.

La novità dell'anno è che il televoto è stato abolito, quindi il tutto ai miei occhi è un po' inutile. Whatever.

Intanto ho trovato rai gulp e ho già tolto l'audio. Saranno due lunghe ore. Anche perché sono riuscita a fare danno postando, non so come sono riuscita a creare un post vuoto con gli stessi tag di questo. WHAT A TIME TO BE ALIVE.


Eeeee siamo partiti. Il motto è #embrace e quindi nell'opening c'è gente che si abbraccia. how disgusting.
Intanto avevo dimenticato i commentatori parlassero anche durante l'opening. Sigh. Almeno non stanno dicendo cagate. "tutti i bambini sono coinvolti nella realizzazione del brano", no, not really. Ma fingiamo di sì.

Non sto dicendo niente perché non sta succedendo niente. Cioè, entrano i cantanti, gente balla, commentatori commentano, io mangio.

Entrano gli host e introducono la giuria. C'è Christer Bjorkman. E ci sono i Jedward.
Giuria di esperti COSA.

C'è anche una giuria di bambini perché è uno show di bambini per bambini. Punto primo, se dai del bambino a un quattordicenne ti ribalta e punto due lo jesc ha smesso di essere ciò tipo nel 2005 ed è diventato l'approdo per i disperati in astinenza da esc.


01. Irlanda: Zena Donnelly - Bríce Ar Bhríce (t&m: Zena Donnelly)
Nella postcard ci sono delle barche. E scritte col laser. E il volume è bassissimo, non capisco se sia l'audio dell'arena o io. Probabilmente loro.
Amo questa canzone, parla di costruire mura di castelli, in fondo! Lei è vestita in un modo che non c'entra nulla E MI STA SALTANDO L'AUDIO. A-ehm. Gli stivali con quel vestito fanno cagare, btw. Vestito e stivalorrendi sono blu, che è il tono prevalente dell'esibizione. E' sola sul palco. Però non ci sono castelli. Oddio, ora che ci penso. I Jedward sono irlandesi. Lei è irlandese. NON MI PARE SERIA COME COSA.

02. Armenia: Anahit & Mary - Tarber (t: Avet Barseghyan; m: Nick Egibyan)
Una delle due nei giorni scorsi stava male e avevano playbackato durante un rehearsal. A occhio non è quella che urla all'inizio, e se lo è si è completamente ristabilita.
Le due sono sul palco con quattro ballerine, metà è vestita colorata e l'altra di bianco e nero perchè la canzone parla di differenze (nel vestiario e ovunque) ma anche se siamo diversi siamo uguali. Oddio CAMBIO D'ABITO DOVE ALLA FINE SONO TUTTE VESTITE UGUALI DI TOP GLITTER E GONNA BIANCA. LOVE.

03. Albania: Klesta Qehaja - Besoj (t: Pandi Laco; m: Adrian Hila)
Questa è una ballad seria, occhio. Lei è vestita con un abito bianco elegantissimo (o esagerato? Non sono esperta di eleganza). Non sarebbe la mia scelta ma non sta malissimo con il tipo di canzone. Il backdrop al ritornello aveva un sole che secondo me è esploso, ora è un cielo stellato. Lei ha una voce molto potente, ormai associo il Kosovo a voci potenti.


Gli host sono di nuovo su schermo con dietro gente che balla senza senso.

04. Russia: The Water of Life Project - Water of Life (t&m: Rita Dakota)
QUI C'È DEL DRAMA. Allora, Sofia Fisenko ha vinto la selezione, poi la tv russa le ha mollato 3 tizie. Sofia pensava fossero backing e quindi ok. E invece pare stiano cercando di rubarle la scena e lei ha passato la settimana in scazzo.
Il backdrop ha una luna e poi dell'acqua pixellosa. Oooh, cercano di interagire col backdrop, che è lontano da dove sono loro e non sembra immediatissima come cosa. Sulla testa indossano delle corone e mi chiedo perchè. Due di loro hanno tuniche sui toni del blu, le altre due suoi toni arancio e il tutto era molto più convincente in audio.

05. Malta: Christina Magrin - Parachute (t: Matt Muxu Mercieca, Christina Magrin; m: Florent Boshnjaku)
anche qua c'è del drama. Praticamente prima c'erano delle ballerine (che diciamocelo, avere un palco pieno di gente per una canzone che parla di amicizia è un'idea sensata), solo che le hanno tolte all'improvviso, senza nemmeno comunicarglielo direttamente.
Il backdrop è coloratissimo, lei è vestita di rosso e Malta ha una storia per scegliere gente che sa cantare. SE POI NON URLASSERO ALL'INIZIO DELLA CANZONE...

06. Bulgaria: Lidia Ganeva - Magical Day (Вълшебен ден) (t: Vladimir 'Grafa' Ampov, Iliya Grigorov; m: Vladimir "Grafa" Ampov)
Si muove sul posto, non so se sia coreografia o terrore. Anche qui il backdrop ha del colore, potrebbero essere uccelli o aeroplani. Credo aeroplani. Lei è vestita con un abito bianco sulla parte superiore e con chiazze di colori pastello sulla gonna. Praticamente credo l'abbia usato per dipingere e la BNT non aveva soldi per comprargliene un altro quindi gliel'hanno fatto tenere così. Sul backdrop appaiono parole della canzone e lei rotea sul posto.

Altro break con l'host e continua a esserci gente in background che balla senza costrutto.

07. Macedonia: Martija Stanojković - Love Will Lead Our Way (Ljubovta ne vodi) (t: Aleksandar Masevski, Marija Stanojkovic; Aleksandar Masevski)
Va beh gente, non è un cognome complicato da pronunciare, eh. E se anche lo fosse vi guardano tipo 3000 persone, potete permettervi di sbagliarlo ché tanto me ne accorgo solo io.
Il backdrop ha tipo del fucsia e del nero. Loro sono vestite... uhm, non so come descriverlo. Glitter rosato e gonnelline tipo fili d'erba ma colore rosato? È in momenti come questo che serve Matt. Cose importanti: la Macedonia si è sbattuta nella produzione.

08. Polonia: Olivia Wieczorek - Nie zapomnij (t: Dominik Grabowski; m: Piotr Rubik)
No, ecco, un abito bianco con gonna di tulle fluffosa per questa canzone secondo me è no. Il backdrop è rosseggiante con delle... stelle? Credo sia tipo galassia, nelle intenzioni.
Anche lei ha una voce potente, anche se in alcuni momenti non sembra sicurissima.


09. Bielorussia: Alexander Minyonok - Musyka moih pobed (Music is my only way) (t: Roman Kolodko, Alexander Minyonok; m: Kirill Ermakov, Alexander Minyonok)
Il backdrop è la silhoutte di una città con shitload di colori. Mi sono distratta e mi son persa metà roba, quindi mi son persa il momento dove i 5 (Alexander e i 4 ballerini) salgono su quei cosi con le ruote e vanno in giro. Il colore dei backing è bianco e rosso, Grande urlo dal pubblico alla fine.

C'È PUBBLICITÀ, COSA MI STO PERDENDO.
Risposta: Poli Genova. Ho spento tutto urlando, mi sono fiondata verso il decoder satellitare e nessuno dei canali internazionali sta trasmettendo lo jesc. VI ODIO TUTTI, SAPPIATELO.

10. Ucraina: Sofia Rol - Planet Craves For Love (t: Vitalii Kurovskyi, Sandra Bjurman, Yevgeny Matyushenko, Sofia Rol; m: Ruslan Kvinta)
Sì, ok, abbiamo capito che siete stupiti dal fatto che a 14 anni abbiano una carriera ma siamo alla decima canzone e l'avete detto per praticamente chiunque. Dovreste esserci abituati, ormai.
Oh, un abito finto pizzo. How... unnecessary. Canta dentro un ombrello gigante mentre un mimo (credo) si muove in un angolo del palco. Il mio gatto non ha retto a tutto questo e si è traslato in salotto.
Sbuca una tizia (che ha una faccia dipinta di bianco, come il mimo) che ha un violino ma non l'archetto e finge di suonarlo. Entrambi entrano nell'ombrello, che ora ha il manico illuminato. Non ho assolutamente idea di cosa significhi tutto ciò.

11.Italia: Fiamma Boccia - Cara Mamma - Dear Mom (t: Marco Iardella, Francesco Spadoni, Fiamma Boccia; m: Marco Iardella, Francesco Spadoni, Alessandro Ghironi)
LACRIME DI COMMOZIONE, UNA DODICENNE VESTITA DA DODICENNE NORMALE, CHIUNQUE ABBIA DECISO L'OUTFIT HA LA MIA STIMA. Sapete cosa? A me piace, mi ricorda lo stile e i testi delle canzoni dello zecchino d'oro del secolo scorso.

12. Serbia: Dunja Jeličić - U La La La (t: Leontina Vukomanović, Dunja Jeličić; m: Vladimir Graić)
...ha scorticato una glitterball per la giacca? Ha un sacco di glitter addosso. E vaga per il palco con il coso con le ruote tipo bielorussia. Sul backdrop ci sono graffiti. Sul palco è da sola eppure il tutto sembra dinamico.

Di nuovo il faccione degli host, senza nessuno che balla sullo sfondo. Credo i ballerini siano stati abbattuti.

13. Israele: Shir & Tim – Follow my heart (t: Noam Horev; m: Dor Daniel)
Il ragazzino israeliano mi ricorda un po' Jojen Reed, solo con più riccioli. Sono abbastanza credibili, non si guardano mai in faccia ma non è una canzone d'amore e quindi... Lui è vestito di nero, lei ha una gonnellina nera e una maglia glitterosa. L'ebraico ha una lingua meravigliosa.

14. Australia: Alexa Curtis - We are (t&m: Ali Tamposi, Tania Doko, Boi-1da)
Ricordate il cubo australiano dell'esc? Quello enorme e con tanto glitter? Ecco, credo sia stato riciclato e ci abbiano ricavato l'abito per questa. Disapprovo il tutto. È sola sul palco, la canzone è piacevole ma l'insieme è... noioso. Non c'è niente che attiri l'attenzione.

15. Paesi Bassi: Kisses - Kisses & Dancin' (t: Joost Griffioen, Hansen Tomas; m: Joost Griffioen, Stas Swaczyna, Hansen Tomas)
MA NELLA POSTCARD C'ERA UNA SCENA DI GAME OF THRONES? MA WTF?
Oh christ, hanno tenuto gli abiti orrendi. Non che ne avessero di belli, ok. Una ha un vestitino e l'altra una...tuta a pezzo unico? ed entrambi sono neri con scritte fluo. La terza ha una maglietta nera, una salopette a gonna bianca con le stesse scritte orrende flui. Quando dico scritte orrende intendo cose tipo "everything on fleek" o "pretty 'n fleek". Peccato, perché la canzone è fun e la coreografia è carina.


16. Cipro: George Michaelides - Dance Floor (t: Andreas Anastasiou, George Michaelides; m: Andreas Anastasiou)
Il suo punto di forza chiaramente non è la voce. ma ovviamente punta tutto sulla coreografia. Io avevo questa come primo pretendente all'ultimo posto, ma magari non andrà così male. Ci sono i Jedward in giuria, su, non possono punire gente per la voce. Il colore per i vestiti di tutti è bianco e nero, le 4 ballerine prevalentemente nero, lui prevalentemente bianco.

17. Georgia: Mariam Mamadashvili - Mzeo (t: Maka Davitaia; m: Giga Kukhianidze)
Vestitino bianco, sguardo adorabile, voce forte, io che odio la canzone. ha tutto in regola per vincere. Applauso a meno di metà canzone. Il palco è blu, sul backdrop è apparsa una chiazza gialla che secondo me è un girasole ma è probabilmente una roba geometrica senza specifiche cose.

Tutto finito, ora la giuria di esperti ci darà i propri pareri. Che ricordo è Christer Bkjorkman, Jedward e tizio danese del quale non ho afferrato il nome.

Pubblicità prima dell'esibizione dei Jedward. Quindi loro potrò vederli e Poli no. LE BESTEMMIE.
I Jedward stanno cantando e l'unica cosa che noto è che si stanno gonfiando.
Manca un quarto d'ora alla fine, possiamo farcela.

Ora canta Destiny Chukunyere. Che nel cd ufficiale ha potuto infilare due sue canzoni, alla faccia di Emmelie De Forest e di Rainmaker.
A occhio non finiremo alle 18 manco a morire.

Ora è il turno della canzone di gruppo. Che è inutilissima. Una delle russe ha la bandiera russa sulle spalle. Secondo me si è dimenticata di toglierla, ma potrebbe dare soddisfazioni a livello drama.

Vi prego ditemi che iniziamo i calling nazionali.

Nope, recap. Capisco tutto, ma perché? Non è che dobbiamo votare, e siamo in ritardo ugualmente. E poi ho 35 minuti di autonomia.

Iniziano le votazioni! Non vi faro la cronaca, ma iniziano le giurie adulte, alla quale seguiranno gli esperti e poi i bambini.

La top3 dopo adulti ed esperti è Georgia, Armenia, Belarus.

Il voto della giuria dei bambini è sommato tipo televoto all'esc. È meno avvincente che all'esc, però.

E il vincitore è... La Georgia! Sorpresa.
Seguita dall'Armenia a un pugno di punti di distanza. Oh well.
Completa il podio l'Italia.

0 commenti: