mercoledì 21 dicembre 2016

Presentazione Melodifestivalen (1)

Non ci siamo persi l'annuncio dei 28 che aspirano a rappresentare la Svezia, tranquilli. È che volevo fare dei post per bene.
Nah, tutte balle. Sto semplicemente migliorando la mia arte del procrastinare, infatti ora sto scrivendo questo perché non ho voglia di studiare. Non prendete esempio da me.
E come direbbe Darin, kom hem från jävla Göteborg.

(tutte le foto sono di Janne Danielsson per SVT. Io rubo e basta.)

Deltävling 1: Göteborg (4/0217)

Adrijana – Amare (Adrijana Krasniqi, Martin Tjärnberg)

Chicazz...Ehr, allora. Adrijana Krasniqi ha origini macedoni e origini Rottne (una frazione di Växjö). Adrijana viene considerata una promessa in ambito hip hop, Svezia, plz, can we not.
Non ho idea di chi sia Martin Tjärnberg, la wiki svedese mi cambia la ä in e e mi dice che è un ornitologo, ma decisamente no; discogs ci dice che ha lavorato con Lazee e con Petter. Decidete voi se aspettare la canzone con ansia o no.


Boris René – Her Kiss (Tim Larsson, Tobias Lundgren)

Forse ve lo ricordate, ha partecipato l'anno scorso. Che tecnicamente è ancora quest'anno, ma sapete com'è, passato l'esc e il periodo PED il tutto diventa l'anno scorso.
Dicevo. Ha partecipato al mello 2016 con Put your love on me, una roba super catchy. Fa anche il calciatore perché giustamente non puoi far ruotare la tua vita intorno alle partecipazioni al mello.
I due autori sono gli stessi di Put your love on me, quindi probabilmente possiamo aspettarci una cosa simile.


Nano – Hold on (Nano Omar, Gino Yonan, Ayak, Carl Rydén, Christoffer Belaieff, Rikard de Bruin, David Francis Jackson)

CHI?!? La descrizione sul sito della SVT al momento è “Nel 2015 abbiamo visto e sentito Nano per la prima volta. Ora possiamo vederlo debuttare sul palco del melodifestival” E QUINDI?
Gli autori non so chi siano, la wiki mi dice che Rikard de Bruin è il frontman del gruppo hip hop RMK & Toppen. Non voglio indagare oltre.


Charlotte Perrelli – Mitt liv (Charlotte Perrelli, Lars Hägglund)

Lei la conoscete! A questo giro ha deciso di presentarsi con della roba introspettiva, mi fa paura. Potrebbe essere sia una cosa molto epica, sia essere il tonfo definitivo della sua carriera. D'altronde qualche settimana fa c'era un articolo sull'expressen dove ho letto gioiosamente che vuole abbandonare la carriera musicale, prima di rendermi conto che il verbo era al passato e quindi niente, sta lì. Mai una gioia.


Dinah Nah – One more night (Thomas G:son, Jimmy Jansson, Dinah Nah, Dr. Alban)

Ora ragioniamo sensatamente. Dinah Nah ha partecipato al mello nel 2015 con Make me (La la la). Ok, era arrivata ultima, però con stile!
Thomas G:son sapete chi è (e se non lo sapete non voglio che me lo comunichiate, potrei soffrire), Jimmy Jansson ha partecipato al mello nel 2002 con la band The Poets e nel 2005 e 2007 da solista. Ha scritto cose per gente varia, tipo la canzone dei Bracelet al DMGP 2016.
Dr. Alban è sempre il tizio famoso per l'eurodance anni '90, come ci hanno ricordato nel 2014 nella sua partecipazione al mello.

De vet du – Road Trip (Johan Gunterberg, Christopher Martland)

Esistono dal 2010. La loro caratteristica principale è che girano con quell'individuo *indica* che è sempre senza maglietta e viene chiamato DJ Hunk. Posso aprovare l'idea ma potevano trovare qualcuno con la faccia meno da pirla. Gli altri tre membri sono Christopher Martland, Johan Gunterberg, Tor Wallin.


Ace Wilder – Wild Child (Peter Boström, Thomas G:son, Ace Wilder)

Povera Ace Wilder. Avrà detto QUESTO E' IL MIO ANNO, poi si presenta in conferenza stampa e si trova lì Loreen. Ok, è la sua terza partecipazione e proprio per questo non so cosa dire di lei, perché probabilmente abbiamo già detto tutto in passato.
Peter Boström è conosciuto anche come Bassflow, ha collaborato con chiunque (tipo Ola e Martin Stenmarck) e l'unico passo che gli resta da compiere è diventare Dio.
Categories:

0 commenti: