martedì 27 dicembre 2016

Top 50 of 2016 - 50 » 41

Non è fine anno senza la nostra top50. Che quest’anno è davvero succosa - anche se devo dire che dopo aver riguardato le canzoni uscite nel 2016 è meglio se ci mettiamo una pietra sopra e andiamo avanti.

Va beh. Ricordatevi: ogni giorno 10 belle posizioni per festeggiare questo anno di… beh.

50. Amaryllis – Kick the habit
Alla fine il Belgio aveva qualche canzone carina in gara, però ovviamente hanno preferito mandare quella marcia che se sento ancora la canzone mi uccido. Va beh, questa è Amaryllis. Ed era la mia seconda preferita.

49. Kerli – Feral hearts
In una mossa sorprendente, quest’anno abbiamo una marea di Estoni nella classifica. Ricordate Kerli? Quella famosa? Sì, ecco, oltre ad essere all’Eesti Laul l’anno prossimo è in classifica.

48. Softengine - Freerider
Una delle ragioni per cui amiamo i Softengine è che hanno dei testi complicati e molte volte senza senso. Uno di loro ha deciso di lasciare il gruppo e diventare tipo un elettricista ma va beh.

47. Shanon - Suvi kestab veel
Un’altra delle canzoni estoni. Boh io non lo so più però davvero.

46. Kristel Lisberg - Who Needs a Heart
I danesi avevano tantissime possibilità di andare in finale quest’anno, poi hanno deciso di scegliere i Lighthouse X. Boh. Va beh, questa è una delle nostre preferite.

45. Wh1teland feat. ELYSA - Stay Stop
Altra roba estone. (questo per farvi notare che abbiamo un metodo di votazione molto sofisticato, per cui se giochi bene i tuoi voti riesci a far qualificare roba.)

44. Koit Toome - Paradisiliival
Anche lui sarà all’eestiLaul 2017. Se chiedete a me, l’unica cosa che mi ricordo di lui è che ha cantato con Getter Jaani e quella canzone mi piaceva.

43. Saara Aalto - No fear
Saara Aalto è arrivata seconda all’UMK, seconda a X Factor e quindi noi abbiamo deciso di metterla 43ª perché meglio in fondo alla classifica che seconda di nuovo. Siamo delle persone gentili, vedete?

42. Mariette - Can't kill my vibe
Mariette tornerà al Melodifestivalen l’anno prossimo. Intanto quest’anno aveva un’altra canzone/inno lesbico.

41. Charlotte Perrelli - Här står jag
Ho appena ricordato che anche La Perrelli sarà al Melodifestivalen l’anno prossimo e voglio morire. Va beh, quest’anno ci ha fatto ridere con una cover di Helene Fischer e quindi l’abbiamo premiata.

Categories:

0 commenti: