mercoledì 26 aprile 2017

Tempo di preview (2)

Benvenuti all'edizione 2017 delle review di 12p4se! Chiaramente abbiamo bisogno di un nome più catchy e vendibile sul mercato, ma eh, la crisi. Per agevolare la lettura e non far bestemmiare i pc lenti le review sono organizzate in agili schemi riassuntivi, dove troverete anche informazioni tecniche (autori, link al video, eventuali note...) e meno tecnici (la nostra interpretazione del testo e la parte di testo più bella o stupida, sta a voi).
(sì, verrà ripetuto per ogni post di preview)


SF1

Nazione: Albania
Cantante: Lindita
Titolo: World
Autori: m. Klodian Qafoku/ t. Lindita, Big Basta
La frase: At a loss for words, stutterin'
Interpretazione: Esistenzialismo filosofico durante una partita a Tekken.
Commenti:
-Matt: Io speravo in una Lindita tipo con s’te fal, dove poteva saltellare disnuda sul palco dell’Eurovision – e invece ballad.
-Marco: adoro Lindita e la sua voce ma la canzone è dimenticabilissima. Addio Albania.
-Lirin: ho smesso di ascoltarla da prima che uscisse ufficialmente il cd. Non è brutta, è solo vuota.

Nazione: Belgio
Cantante: Blanche
Titolo: City Lights
Autori: m. Pierre Dumoulin, Emmanuel Delcourt / t. Pierre Dumoulin, Ellie Delvaux
La frase: All alone in the danger zone/ Are you ready to take my hand?
Interpretazione: Chiaramente un mondo fantastico, nella realtà le città non hanno luci funzionanti
Commenti:
-Matt: A me la canzone piace molto. Ma la sua voce mi è urticante.
-Marco: vabbè dai è l'ennesimo plagio, ma almeno è un plagio fatto bene. Non vincerà mai eh.
-Lirin: la voce a primo impatto è fastidiosa. Anche al secondo. Nonostante questo la canzone mi piace e molto.

Nazione: Montenegro
Cantante: Slavko Kalezić
Titolo: Space
Autori: m. Momčilo Zeković Zeko / t. Adis Eminić, Iva Boršić, Momcilo Zekovic Zeko
Note random: su spotify è segnato come explicit senza apparente motivo
La frase: The spaceship is ready to blow/ Drunk in love, I'm gonna explode
Interpretazione: quanti sexual innuendos riusciamo a infilare in 3 minuti di canzone?
Commenti:
-Matt: Non vedo l’ora di vederlo sul palco mentre rotea la sua chioma. E chissenefrega se è troppo camp, almeno non ha cercato di fare l’artista queer acculturato.
-Marco: paese delle foreste, dei papponi russi e dei gay con le tutine leopardate. Io dico che arriva in finale à la San Marino 2014 (con lo stesso wtf-Effekt)
-Lirin: non so nemmeno come definirla. Promette un'esibizione epica e over the top, non vedo l'ora.
Categories:

0 commenti: