domenica 21 febbraio 2016

Islanda 2016: Greta Salóme - Hear them calling

GRAZIE ISLANDA, GRAZIE.

Ho guardato la nf islandese. Per me la chiara vincitrice era Greta Salóme, vedevo la nf come una mera formalità. E invece figurati. Le giurie erano divise in 6 regioni, con 3 membri ognuna. E hanno sbattuto Greta in merdesima posizione (qualsiasi posizione oltre la top2 è merdesima, nel contesto); è stata tirata su dal televoto che l'ha messa al secondo posto, a meno di 80 punti di distanza di Alda Dís. E qui ammetto che ho iniziato a progettare l'invasione e a capire come trasportare i tank in Islanda. Mentre decidevamo di fabbricarli direttamente in Islanda facendo girare l'economia è arrivato il round della superfinale, è iniziato il televoto e noi abbiamo ammirato Loreen che ora sta girando tante nf come non ha mai fatto nel 2013. Devo anche dirvi che prima c'era Sandra Kim, perché ha vinto nel 1986 che era l'anno di esordio dell'Islanda, e quindi non era un invito totalmente random. Lei ha detto di aver vinto nel 1886, ma soprassediamo.

Il tutto sembrava non finire mai, e Matt ci tiene a dire che che l'host è chiaramente romagnola.

Comunque è finito con il risultato che speravamo, quindi Greta Salóme torna all'Eurovision dopo 4 anni. La canzone si intitola Hear them calling (in islandese è Raddirnar) scritta e composta da Greta stessa.
Il live è un mix dei movimenti di Loreen in Euphoria e di interazione con uno schermo tipo Måns in Heroes, un mix ben riuscito e siamo veramente soddisfatti della scelta.

Categories:

0 commenti: