lunedì 21 febbraio 2011

Un'ora e mezzo di nulla eterno


Le presentazioni bosniache sono sempre così. Oltre un'ora di niente di utile e poi ascoltiamo la canzone 3 volte in meno di 10 minuti. E alla terza volta uno si chiede anche il perché, ma non stiamo qui a discutere.
Tralascio la descrizione della serata, perché era moderatamente inutile, con una serie di cantanti che si sono alternati sul palco. Mi piace ricordare Vukasin Brajic, perché è il mio adorato Vukj. Vukj che sta diventando simile a Sebastian Karlsson, ma io faccio somiglianze a caso e quindi non pensateci.
Poi c'erano anche i Jalisse, che hanno cantato Fiumi di parole e l'host era entusiasta dell'esistenza dell'Italia. Whatever.
In seguito si sono esibiti altri gruppi/cantanti che coveravano canzoni di Dino Merlin. Alla fine abbiamo finalmente ascoltato la canzone. Si intitola Love in rewind (già, canteranno di nuovo in inglese) e... Dino, senti. Hai una certa età. Puoi evitare di sollevare la gamba random? Guarda che se resti incriccato a Düsseldorf è una cosa brutta, eh! Comunque ha preso gusto a cantare e ha ricantato due minuti dopo, sempre la stessa cosa. Infine ci siamo sorbiti una versione cantata dalle Beauty Queens e poi basta.
Questa è la canzone:
Categories:

0 commenti: